Cosa fare al Museo con i tuoi Bambini!

ROMA: Museo dell’Ara Pacis

Quando: 5 novembre 2014, 22:19

Newsletter

Loading Map....

La storia di questo monumento e’ veramente entusiasmante.

Leggetela: L’Ara Pacis Augustae è un altare (altare della pace augustea) dedicato da Augusto nel 9 a.C. alla dea della  Pace, e posto in una zona del Campo Marzio consacrata alla celebrazione delle vittorie.

Questo monumento rappresenta una delle più significative testimonianze dell’arte augustea ed intende simboleggiare la pace e la prosperità raggiunte come risultato della Pax Romana. Con il passare degli anni nell’area in cui era collocata l’Ara Pacis si determinò un generale e inarrestabile innalzamento di quota, dovuto in gran parte agli straripamenti del Tevere; si cercò di proteggere l’Altare con la costruzione di un muro che arrestasse il processo di innalzamento del terreno, ma ovviamente a nulla valse questa precauzione contro il continuo processo di interramento dell’intera area: il destino dell’Ara Pacis appariva dunque segnato e la sua obliterazione irreversibile.

Per più di un millennio il silenzio calò sull’Ara Pacis, facendo perdere persino la memoria del monumento. La scoperta dei primi blocchi scolpiti, appartenenti all’altare, risale al 1568, sotto Palazzo Peretti in via in Lucina. Questi rilievi presero varie strade: per esempio la Saturnia tellus entrò nelle collezioni medicee e finì agli Uffizi. Altri scavi risalgono al 1859, quando furono recuperati il rilievo di Enea e la testa di Marte del rilievo del Lupercale. Ma fu solo nel 1879 che Van Duhn riconobbe i frammenti come provenienti dall’Ara di Augusto. Nel 1903 e nel 1937-1938 furono intrapresi scavi regolari, conclusi quando, ricomposte tutte le parti, l’altare fu collocato in un padiglione appositamente costruito presso il Mausoleo di Augusto, a ridosso del lungotevere ad una certa distanza dal luogo dove doveva originariamente trovarsi (ovvero sotto il palazzo Fiano-Peretti).

L’inaugurazione del nuovo museo avvenne il 23 settembre 1938, in occasione del bimillenario augusteo.  Dal 1950 cominciarono una serie di interventi di restauro al Monumento, per cercare di preservarlo; ma alla metà degli anni Novanta apparirono i primi  problemi legati ad un’escursione termica e igrometrica troppo ampia e repentina: cosi’  le precarie condizioni del monumento, nell’impossibilità di adeguare la teca esistente, hanno spinto nel 1995 il Comune di Roma a pensare alla sostituzione della vecchia teca.

Il progetto per il nuovo complesso museale dell’Ara Pacis è stato redatto da Richard Meier & Partners Architects, studio statunitense a cui si devono alcuni dei più notevoli musei della seconda metà del Novecento. L’opera, che rappresenta il primo grande intervento architettonico-urbanistico attuato nel centro storico di Roma dai tempi del Fascismo,  ha ottenuto pareri contrastanti. Andate e giudicate voi stessi.

A KAT sembra che non ci possa essere luogo migliore per l’Ara Pacis:  la scelta dei materiali è finalizzata all’integrazione con l’ambiente circostante: il travertino, come elemento di continuità coloristica, l’intonaco e il vetro, in grado di offrire una compenetrazione tra interno ed esterno, un contemporaneo effetto di volume e trasparenza, di pieno e vuoto.

Il Museo fa parte del Circuito dei Musei Civici Romani I MUSEI IN COMUNE e ospita, come gli altri musei, una serie di attività per le famiglie in lingua italiana durante Il week end  (circa  2 o 3 al mese).

Da provare almeno una volta!

Informazioni Generali

Museo dell’Ara Pacis

Lungotevere in Augusta (angolo via Tomacelli) – 00186 Roma

Come arrivareCome arrivare:

Calcola il percorso utilizzando la funzionalità di ATAC Roma
www.atac.roma.it

Per la versione mobile
www.muovi.roma.it

Orario Martedì-domenica 9.00-19.00
24 e 31 dicembre 9.00-14.00
La biglietteria chiude un’ora prima
Giorni di chiusura Lunedì, 1 gennaio, 1 maggio, 25 dicembre 


Prossimi appuntamenti


Non ci sono appuntamenti segnalati in questo momento

Ti potrebbe anche interessare...

Add Your Comment

Your email address will not be published.

Sei vero ? * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.


KAT non è responsabile dei contenuti di altri siti web qui segnalati o linkati. Web Master: Elisa Rosa.
KAT - KIDS ART TOURISM P.IVA: 02168580997 | ELISA ROSA P.IVA intracomunitaria FR 82 480857606