Cosa fare al Museo con i tuoi Bambini!

GENOVA: Villa del Principe

Quando: 14 aprile 2015, 10:03

Newsletter

Loading Map....

Villa del Principe è stata edificata tra il 1527 e il 1533 da Andrea Doria, ammiraglio della flotta di Carlo V. Rimasto orfano in tenera età di entrambi i genitori, Andrea iniziò una brillante carriera come soldato di ventura al servizio del Papa, Francesco I re di Francia, fino ad approdare all’alleanza con l’imperatore spagnolo nell’estate del 1528. Giunto all’apice del suo potere, il condottiero navale intraprese la costruzione della dimora per il suo “honesto ozio”.

 

Chiamò da Roma l’artista fiorentino Pietro Buonaccorsi, Perin del Vaga, eclettico allievo di Raffaello, che curò la progettazione e la realizzazione della prima residenza genovese pienamente rinascimentale: un lungo porticato monumentale si protende verso lo splendido giardino all’italiana e verso la riva del mare, dove proprio di fronte alla residenza stazionavano le galee della flotta Doria. Il palazzo è formato da due piani: a quello terreno si trovavano gli ambienti di servizio e gli alloggi dei servitori mentre il piano nobile era diviso all’epoca dell’ammiraglio in appartamenti maschili, a ponente, e femminili, a levante.

 

I successori di Andrea Doria, tra cui si distinse il ricchissimo pronipote Giovani Andrea I, continuarono ad abbellire la residenza nella quale si possono attualmente visitare più di venti sale che conservano un ciclo pittorico ispirato alle Metamorfosi di Ovidio di straordinaria importanza.

 

La particolarità della villa all’interno dell’ampio panorama delle dimore storiche genovesi è la continuità della proprietà della famiglia fino ai nostri giorni. Sono infatti ancora i principi Doria Pamphilj a curarsi dei restauri e permettere che il palazzo sia visitabile per buona parte dell’anno.

 

La loro collezione comprende una magnifica quadreria composta da opere di scuola fiorentina, Bronzino, Francesco Salviati e Aurelio Lomi, oltre a capolavori di Sebastiano del Piombo, Rubens, Domenico Piola e Giovanni Battista Gaulli. Negli appartamenti è presente una splendida collezione di arazzi fiamminghi che comprende tre serie di antichissima origine: la più antica intessuta a Tournai, nelle Fiandre, con lana, seta e fili d’oro e d’argento è datata al 1460 circa e rappresenta le vicende di Alessandro Magno. Si ammirano ancora tre degli arazzi che componevano la serie dei Mesi Doria, infine sei teleri che rappresentano la vicenda della Battaglia di Lepanto, commissionati da Giovanni Andrea I per celebrare il suo ruolo di terzo in comando nella flotta cristiana. Oltre ai tessili il palazzo conserva importanti arredi.

 

Di recente apertura, infine, sono le stanze private dell’attuale Principessa, prese in affitto da Giuseppe Verdi a fine Ottocento, dove le esigenze dell’abitazione signorile si coniugano a quelle museali: al loro interno si conservano i ritratti dei membri più recenti della famiglia e arredi che arrivano fino al pieno Ottocento. Vieni a scoprire le nuove acquisizioni: due splendidi ritratti papali in bronzo attribuiti a Gian Lorenzo Bernini e Alessandro Algardi.

 

Da Aprile a Giugno ogni sabato alle h 15,30 visite guidate alla Grotta Doria in collaborazione con il Dottorato per lo studio e la valorizzazione del patrimonio storico, artistico- architettonico e ambientale, Università di Genova.

 

La moda cinquecentesca della grotta artificiale, “meraviglia” inserita tra le delizie del giardino aristocratico ha in Genova una delle capitali, cui erano pari per importanza solo Roma e Fontainebleau. La fortuna genovese di questo elemento ha inizio proprio con la grotta Doria, “architettata” dal perugino Galeazzo Alessi alla metà del Cinquecento. La grotta entrò a far parte dei giardini nord di Villa del Principe nel 1603.

 

Villa-del-Principe-2

Attività per le famiglie:

Villa del Principe offre una proposta di servizi educativi che si rivolge ad un pubblico molto ampio, agli istituti scolastici cittadini e non, ma anche a un utenza di adulti, associazioni culturali, famiglie e anziani. Si è scelto di dare grande risalto alle attività legate al giardino monumentale, recentemente ripristinato nelle sue forme di giardino all’italiana, con laboratori dedicati alla realizzazione di un erbario, all’approfondimento del concetto di biodiversità, all’erboristeria con le antiche piante officinali. Inoltre sono stati attivati laboratori didattici sul colore che permetteranno ai bambini dai 4 ai 12 di esprimere la loro creatività e capire l’importanza della propria presenza in se stessi. Infine si procederà alla visita guidata per far sperimentare un’esperienza realmente appassionante nell’antica dimora di Andrea Doria, nell’ottica di un apprendimento piacevole e inusuale.

Per conoscere il calendario, se non lo trovate su KAT, consultare il sito ufficiale

Villa-del-Principe-3 Villa-del-Principe-4

Informazioni Generali:

Orari

La Villa è aperta tutti i giorni dalle 10:00 alle 18:00
Ultimo ingresso ore 17:15.
Aperto anche il 1° novembre, Lunedì dell’Angelo, 25 aprile e 1° Maggio.
Chiusura: 25 dicembre, 1° gennaio, Pasqua.

Orario speciale del 24 e 31 Dicembre 2014 Chiusura bigliett. ore 13.00 Chiusura Museo ore 14.00

 

Tel: 010 / 255509
Fax: 010 / 2464837
E-mail: info.ge@dopart.it
Website: www.dopart.it/genova

 

Biglietti

Intero: €9
Ridotto o Gruppi – Giovani dai 6 ai 26 anni: €7
Scuole: €7 a studente

Bambini sotto ai 6 anni: gratuito
Gruppi (prenotazioni fuori orario): €180 fino a 20 persone
+ €9 per ogni persona in più.
Scuole: €7 a studente.
Giardino visitabile gratuitamente durante l’orario museale tutti i giorni, dalle 10.00 alle 18.00.
Si accettano pagamenti con carta
tranne Amex & Diners.

TRIP

 


Prossimi appuntamenti


Non ci sono appuntamenti segnalati in questo momento

Ti potrebbe anche interessare...

Add Your Comment

Your email address will not be published.

Sei vero ? * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.


KAT non è responsabile dei contenuti di altri siti web qui segnalati o linkati. Web Master: Elisa Rosa.
KAT - KIDS ART TOURISM P.IVA: 02168580997 | ELISA ROSA P.IVA intracomunitaria FR 82 480857606