Cosa fare al Museo con i tuoi Bambini!

FIRENZE: Il 24 Giugno apre il nuovo Museo degli Innocenti

Quando: 21 giugno 2016, 10:00

Newsletter

istituto-degli-innocenti

 

Il 23 giugno 2016 viene inaugurato il nuovo Museo degli Innocenti. (vai alla scheda del museo su KAT >)

Vi raccontiamo in anteprima come sara’  il NUOVO MUDI!

museo-innocenti-1

 

PAROLA D’ORDINE: BAMBINI!

Bambini. Bambini di ieri, bambini di oggi.

Una parola che riecheggia in ogni ambiente dell’Istituto degli Innocenti di Firenze, che dal 24 giugno riapre le sue porte alla città dopo un lungo intervento di restauro, volto a recuperare e a rendere più accessibili tutti gli spazi di questa straordinaria struttura, la cui costruzione iniziò nel 1419 su progetto del grande architetto fiorentino Filippo Brunelleschi, concretizzando la volontà -tutta rinascimentale ed umanista- di creare una istituzione totalmente dedicata all’accoglienza, l’assistenza e l’educazione di migliaia di bambini e bambine.

L’allestimento del nuovo Museo degli Innocenti non manca di evidenziare in ogni modo la vocazione storica dell’Istituto, che da sempre ha nutrito un forte legame fra Accoglienza e Bellezza: nelle sale restaurate, nei cortili, nei nuovi ingressi affacciati su Piazza Santissima Annunziata, nei Veroni da cui si gode di una inedita vista su Firenze, l’importante funzione che questo ente ha sempre svolto per la città si unisce indissolubilmente alla ricerca del Bello e all’educazione all’Arte, ancora oggi onorata nelle attività educative e nei sevizi didattici offerti dall’Istituto stesso.

museo-innocenti-2

 

museo-innocenti-3

Il nuovo percorso espositivo vede l’eliminazione di ogni barriera architettonica ed il recupero e la ristrutturazione di tutti quegli spazi che per secoli hanno accolto le voci dei bambini, i nocentini e le nocentine, abbandonati sulla conca di pietra, la cosiddetta ‘pila’, posta sul loggiato prospicente la piazza e nella quale i genitori deponevano i neonati quando non avevano la possibilità di mantenerli. A dire il vero, spesso i bambini non venivano abbandonati, ma temporaneamente affidati alle cure dell’Istituto, nella speranza di ricongiungersi in un futuro più propizio… Numerosi segni di riconoscimento, fra quelli avviluppati nelle fasce che stringevano i piccoli (medaglie, monete, anelli, santini, piccole croci, bottoni, pezzi di stoffa), sono ora conservati all’interno di piccole teche di legno, che riportano la data di “ritrovamento” e il nome assegnato al bambino, in un allestimento curioso e toccante al tempo stesso.

 

museo-innocenti-6 museo-innocenti-7

 

La scelta delle opere esposte nel Museo è stata fatta in base al loro valore artistico, ma anche e soprattutto al loro valore storico e affettivo legato alla vita quotidiana in Istituto: non a caso nella galleria si possono ammirare opere di Sandro Botticelli, Domenico Ghirlandaio, Luca della Robbia, Bartolomeo di Giovanni, e in un ambiente adiacente, il Coretto delle Balie, sono conservati alcuni manufatti realizzati dalle donne per motivi devozionali. Infine, una sala è interamente dedicata ai 10 Putti di Andrea della Robbia, simbolo dell’Istituto degli Innocenti, rientrati al Museo dopo un anno di restauro, ed eccezionalmente visibili in maniera ravvicinata fino a novembre 2016, quando verranno ricollocati nei dieci oculi posizionati sulla facciata brunelleschiana dell’Istituto, dal 1487 uno degli emblemi più amati e conosciuti della città di Firenze.

museo-innocenti-4 museo-innocenti-5

 

 

Bambini, dicevamo: il nuovo Museo degli Innocenti è interamente ideato e concepito per essere a misura di bambino, potendo fruire di didascalie e percorsi audioguidati pensati appositamente per i più piccoli (con testi scritti da autori di libri per ragazzi) e istallazioni tutte nuove per vedere, toccare e sentire i racconti delle vite dei nocentini e delle loro balie.

 

Insomma, ai bambini è dedicato questo luogo, che restituisce alla città non solo un Museo, ma un luogo vivo e vibrante di servizi ancora oggi dedicati all’infanzia.

 

Fra le attività educative ricordiamo La Bottega dei Ragazzi con i suoi laboratori per bambini e famiglie, che oggi acquisisce nuovi spazi anche all’interno del museo; i laboratori creativi de La Bottega dei Ragazzi dal 2006 hanno avvicinato al mondo dell’arte più di 14 mila bambini (3-11 anni), ispirandosi alla filosofia dell’imparare facendo, nello spirito delle botteghe rinascimentali: si può così sperimentare le diverse tecniche artistiche, viaggiare alla scoperta di Firenze e delle sue meraviglie, conoscere la storia dell’infanzia trascorsa agli Innocenti, imparare a raccontare e a raccontarsi attraverso i media. La Bottega dei Ragazzi riaprirà le sue porte a scuole e famiglie a settembre, dopo la pausa estiva.

 

Il Museo digli Innocenti è presente su KAT nel circuito Musei con Vista su Fiesole e Firenze che propone, durante tutto l’anno, un ciclo di attività  molto spesso gratuite dedicate a bimbi e famiglie.

banner350x120pxmuseiconvista

 

 

Articolo di Francesca Chiarotto, 20 Giugno 2016

Add Your Comment

Your email address will not be published.

Sei vero ? * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.


KAT non è responsabile dei contenuti di altri siti web qui segnalati o linkati. Web Master: Elisa Rosa.
KAT - KIDS ART TOURISM P.IVA: 02168580997